Il marchio coreano galoppa in tutto il mondo. In Italia +44%

Oltre a Hyundai, i dati di mercato del mese di febbraio confermano il buon andamento della consociata Kia. I dati ufficiali relativi alle vendite globali, comprendenti il mercato interno, le esportazioni e le produzioni negli stabilimenti esteri di autovetture e veicoli commerciali indicano nel complessivo 205.876 unità, valore che corrisponde a una crescita del 21,3% rispetto allo stesso mese dell'anno precedente.

GUIDA LA RIO

In febbraio il marchio Kia ha riportato un andamento positivo in tutte le aree del mondo: +41,8% in Cina (con 38.007 unità), +35,5% in Nordamerica (49.682 unità), +30,6% in Europa (38.703 unità), +2,5% in Corea (40.012 unità) e +5% negli altri mercati (39.472 unità). Il cumulato dei primi due mesi del 2012 di Kia fa registrare vendite globali per 391.160 unità con un aumento del 12% rispetto al 2011. Europa e Nordamerica, con vendite rispettivamente di 75.555 unità e 88.973 unità, vantano la crescita più importante nel 2012 con +31,8% per entrambe le aree. Il modello Kia più venduto nei mercati di esportazione in febbraio è stata la compatta Rio (commercializzata come K2 in Cina) che ha totalizzato 37.146 unità. Al secondo posto la berlina di segmento C Cerato/Forte che ha totalizzato 26.615 unità; seguono la Sportage (25.011), la berlina Optima (18.444) e la Sorento (15.947).

EXPLOIT IN ITALIA

Può sorridere anche Kia Motors Italia, che sul mercato nazionale ha chiuso il mese con 2.374 vetture immatricolate, corrispondenti a un +43,53% rispetto al 2011 (1.654 unità), ed una quota di mercato che è passata dall'1,03% all'1,82% grazie anche al buon apprezzamento che ha ricevuto la rinnovata Rio, a cui presto potrà dare man forte la nuova cee'd appena presentata al Salone di Ginevra.

Nuovi sedili leggeri per la Kia cee'd di seconda generazione

Foto di: Sergio Chierici