La Casa francese non esclude una possibile versione integrale da abbinare alle 4 ruote sterzanti

Una delle regine del Salone di Parigi (4-19 ottobre 2014) è certamente la Renault Espace, monovolume arrivata alla quinta generazione che farà le veci anche del crossover, tentando di strappare clientela agli altri marchi e a convincere anche i possessori delle precedenti versioni della spaziosa francese. Payen Gerard, direttore del progetto Espace (nome in codice JFC), ha voluto sottolineare la grande innovazione delle quattro ruote sterzanti, che agevola la guida cittadina nonostante le dimensioni importanti della Espace, aprendo però a una soluzione molto interessante quale la trazione integrale. "In un prossimo futuro non escludiamo affatto le quattro ruote motrici su questa vettura, anche perché può essere una soluzione interessante per alcuni mercati europei. Al momento, però, abbiamo intenzione di sfruttare al massimo la soluzione a quattro ruote sterzanti, ripresa di recente anche dalla Porsche Turbo GT3".


Se la Renault Espace a trazione integrale potrebbe divenire realtà nel giro di qualche mese, per i prossimi anni è invece da escludere l'avvento di nuove motorizzazioni ibride per la monovolume-crossover, che invece punterà forte sulle tre motorizzazioni proposte (tutte turbo) tra benzina e diesel. "Non abbiamo alcuna intenzione di prendere in considerazione l'ibrido per questa vettura. Non nel presente e nemmeno nel prossimo futuro. Più avanti le cose potrebbero cambiare, ma non certo a breve-medio termine", ha terminato Gerard.

Nuovo Renault Espace, un futuro da 4x4