Riusciranno a Torino a farla più bella della giapponese?

Bisogna vederla da vicino la nuova Mazda MX-5, quarta generazione che sarà in vendita nel 2015. L'abbiamo fatto al Salone di Parigi, aperto al pubblico fino al 19 ottobre, e davanti ad un modello di colore rosso come esige una spider (ma è obligée per un'Alfa Romeo, non per una giap), ci siamo chiesti: come riuscirà la Fiat a fare più bella la sua spider, destinata a nascere sempre nella stessa fabbrica di Hiroshima condividendo con Mazda pianale e oneri di sviluppo? Dal vivo, la nuova MX-5 è ancora meglio che in foto. Certo, ai puristi le citazioni sembreranno un po' eccessive: il cofano lungo e l'abitacolo arretrato fanno tanto spider inglesi anni '60, alcuni particolari del cofano lungo ricorda a molti la BMW Z4, i fari posteriori piccoli e tondi che fanno pensare a... un'Alfa Romeo.


Forse è vero che non s'inventa più niente. Lorenzo Ramaciotti, capo del design del Gruppo Fiat, si è lasciato scappare in privato tempo fa che la spider italiana (in quel momento aveva ancora il marchio Alfa Romeo, come da comunicato ufficiale dell'accordo con Mazda) è "bellissima". Grazie, direte voi, è lui che l'ha disegnata. Sergio Marchionne si è limitato a confermare al Salone che avrà marchio Fiat (Alfa o Abarth adieu) e sarà pronta per l'inizio del 2016. Colpa dei giap, ha aggiunto, che non ci hanno permesso di fare prima. Ma sarà più bella o no della Miata?

Mazda MX-5 o Fiat Spider