Il crossover urbano non rinuncia alla trazione integrale, forte dell'esperienza fuoristradistica del marchio giapponese

I piccoli SUV sono forse le auto più alla moda. Sicuramente anche perché piacciono alle donne, ma sotto il vestito fashion restano comunque veicoli ispirati al mondo dei fuoristrada. Il principale “indizio” di questa parentela è la presenza della trazione integrale, offerta nelle versioni top di gamma dei SUV urbani in alternativa alle due ruote motrici. La Suzuki SX4 S-Cross è risultata il piccolo SUV preferito nel sondaggio che abbiamo sottoposto ai nostri lettori dal Salone di Ginevra: ora il costruttore diffonde ulteriori dettagli sul sistema di trazione integrale chiamato Allgrip. Sono quattro le modalità di guida che si possono scegliere tramite il selettore rotante posto sul tunnel centrale: Auto, Sport, Snow e Lock.

La prima posizione si utilizza in condizioni di marcia normali, quando viene utilizzata la sola trazione anteriore per risparmiare carburante e trasferendo coppia sull’asse posteriore solo in caso di necessità. Il programma Sport ripartisce invece la trazione su tutt’e quattro le ruote, per massimizzare l’aderenza. Per affrontare i terreni viscidi si passa alla modalità Snow fino a passare a Lock per i percorsi off-road, dove si può contare anche sulla possibilità di bloccare il differenziale fino a 60 km/h. La Suzuki SX4 S-Cross è prodotta nella fabbrica Esztergom con le motorizzazioni 1.6 benzina da 120 CV e 1.6 turbodiesel sempre da 120 CV, attese per il lancio commerciale fissato per il prossimo autunno.

Suzuki S-CROSS-4, la crossover compatta