Prolungata di 25 anni la partnership con FAW. Un nuovo centro prove verrà realizzato con SAIC nello Xinjiang

Dopo 20 anni di cooperazione il gruppo Volkswagen e il suo partner cinese FAW hanno deciso di prolungare di 25 anni la joint venture che li vede impegnati nella produzione di automobili per l’enorme mercato asiatico. I due colossi industriali hanno siglato a Berlino il rinnovo della collaborazione che li vedrà assieme fino al 2041; alla firma dello storico accordo erano presenti la cancelliera Angela Merkel, il premier cinese Li Keqiang e i numeri uno dei due gruppi, Martin Winterkorn e Xu Jianyi. Durante lo stesso incontro è stato poi annunciata la creazione di un nuovo centro prove Shanghai Volkswagen (SVW) nella provincia cinese di Xinjiang, un impianto da 100 milioni di dollari gestito da Volkswagen e gruppo SAIC.


Le nuove iniziative di collaborazione si sommano poi agli accordi di collaborazione fra il gruppo Volkswagen e il ministero dell’istruzione cinese per lo sviluppo congiunto di corsi di formazione professionale. In base ai nuovi accordi stipulati con i partner cinesi Volkswagen vedrà progressivamente crescere il numero dei suoi stabilimenti cinesi: agli attuali 17 siti produttivi il gruppo tedesco aggiungerà infatti i nuovi impianti di Qingdao e Tianjin, oltre a quello SVW di Changsha, per arrivare un totale di 20. Nei primi nove mesi del 2014 le vendite in Cina delle vetture Volkswagen, Shanghai Volkswagen e FAW-Volkswagen hanno superato quota 2,7 milioni, con un incremento del 15,2% rispetto allo scorso anno.

Viaggio nella Cina dei Quattro Anelli

Foto di: Alessandro Lago