Cinque atleti delle Fiamme Oro in visita al Museo e alla fabbrica di Sant'Agata Bolognese

Sono passati pochi minuti dallo scoccare delle ore 10 e siamo in anticipo di qualche decina di minuti. Entriamo dal cancello principale dello stabilimento storico della Lamborghini, a Sant'Agata Bolognese, e lei è già li che ci fissa, pronta per il primo "rodaggio" su una strada aperta al pubblico. Davanti all'entrata c'è la splendida e fiammante Huracan con la classica livrea delle volanti della Polizia di Stato: azzurra, con qualche striatura bianca e l'inconfondibile dicitura sulle fiancate. La vediamo più alta del solito, perché è stata impostata con l'assetto pensato per la città, ma renderla cattivissima è un attimo, anzi, è un pulsante nello spaziale tunnel centrale, tipico delle ultime vetture italiane griffate dal Toro...


Sembra una Huracan normale...



Sì, a prima vista sembra proprio una Huracan 610-4 "di serie", in realtà è stata pensata proprio per nascondere i comandi appositi per il servizio che andrà a svolgere, dunque controllo stradale e, soprattutto, trasporto d'urgenza di organi, per cui è dotata di una cella frigorifera per mantenere i preziosi contenuti alla temperatura ideale nel corso del viaggio. C'è il solito defibrillatore, ma è stato posto appena alle spalle dei due sedili, incastonato nel rollbar ma estraibile anche con la vettura chiusa (e i finestrini aperti). Questo modello esclusivo ha in dotazione un iPad collocato nel solito posto dello specchietto retrovisore, così da lasciare più spazio possibile nella consolle centrale alle funzioni primarie che dovrà svolgere la vettura quando impiegata. Accanto al sistema di infotelematica, trovano spazio due pulsanti molto importanti: il tasto verso il passeggero serve ad accendere tutti i dispositivi della vettura, mentre quello appena sopra la testa del conducente serve a spegnerli in caso di emergenza (danni ai sistemi, pericoli di varia natura). Per ciò che riguarda le prestazioni, è una Lamborghini, punto. In numeri: V10 di 5,2 litri di cilindrata, 610 cavalli di potenza massima che permettono di raggiungere la velocità limite di 325 Km/h. Partendo da ferma, raggiunge i 100 Km/h in soli 3,2 secondi. Insomma, un Toro vero.


I primi chilometri dopo la visita degli atleti alla fabbrica



La Huracan ha potuto assaggiare l'asfalto appena terminata la vista dei cinque atleti delle Fiamme Oro presenti alla giornata bolognese: Roberto Cammarelle, Marco Orsi, Jessica Rossi, Valentina Grimaldi e Luca Leonardi. Il tragitto ha così previsto lo spostamento della Huracan da Sant'Agata a Bologna, in Galleria Cavour, pochi metri davanti allo store della casa bolognese. I chilometri macinati sono stati pochi, ma sufficienti per farla ammirare da un po' di bolognesi. Tra pochi giorni dovrebbe entrare in servizio e allora sì che potrà tornare utile per mantenere la legalità nelle nostre strade e potrà rendersi utile in situazioni molto delicate.


Lamborghini e Fiamme Oro insieme anche per beneficenza


La casa bolognese e le Fiamme Oro, quest'ultime rappresentate dai cinque atleti già citati, hanno incontrato nella celebre zona del centro felsineo l'Associazione Piccoli e Grandi Cuori dell'Ospedale bolognese Sant'Orsola-Malpighi, a cui sono stati donati vari oggetti destinati ai bambini in cura nel reparto di cardiochirurgia.



Lamborghini Huracan LP610-4 Polizia




Lamborghini Huracan LP610-4 Polizia: 610 CV e 325 km/h per i servizi di pattugliamento e soccorso della Stradale... Sentite che sound!

Lamborghini Huracán LP 610-4 Polizia, la nuova supercar in divisa

Foto di: Fabio Gemelli