Il numero di automobilisti che imboccano il senso di marcia sbagliato aumenta. Gli incidenti causati dalla guida contromano nel 2011 sono stati superiori a quelli avvenuti nell'anno precedente, confermando un trend di crescita che già si era verificato nei mesi passati. Nel 2011 gli episodi registrati nell'Osservatorio il Centauro ASAPS sono stati complessivamente 304 (+35%), di cui 128 in autostrade e strade a carreggiate separate, + 5% rispetto ai 122 del 2010. Numeri preoccupanti che dimostrano l'aumento del rischio soprattutto fuori dalla rete autostradale. Anche il numero di vittime è salito: 34 incidenti mortali nei quali 47 persone hanno perso la vita (+135%). I feriti per i contromano del 2011 sono stati invece 173, mentre l'anno prima furono 166 (+4%).

E chi crede che questi episodi avvengano soprattutto di notte deve ricredersi. Dei 304 episodi registrati 186 si sono verificati di giorno (61,2%) e 118 di notte (38,8%). Le cause sono molteplici, ma in 72 conducenti coinvolti (23,7% del totale) è stata accertata l'ebbrezza da alcol o l'uso di stupefacenti e in 19 è stato riscontrato l'effetto di droga (6,2% del totale). I colpevoli sono per lo più uomini. Le donne sono protagoniste solo nel 10% dei casi, gli anziani nell'11,2% mentre gli stranieri guidavano il veicoli in 58 casi, pari al 19,1%. Da sottolineare è invece la percentuale degli episodi che sono stati evitati grazie all'immediato intervento delle forze di polizia, che sono riusciti ad evitare 144 scontri frontali pari al 47,4% del totale degli episodi.