L’ultimo esemplare della fuoriserie di Gaydon ha trovato casa: tutte le auto prodotte sono state vendute

Le voci circolano in rete da fine febbraio: negli stabilimenti di Gaydon è stata assemblata l'ultima Aston Martin One-77, che a quanto pare troverà posto nel garage di un fortunato intenditore. Le crisi economiche tipicamente non impensieriscono il mercato dei beni di lusso, a maggior ragione se parliamo dei circa ,5 milioni di euro richiesti per aggiudicarsi il 77esimo esemplare della hypercar. Questo diamante inglese ricompensa chi ha sborsato una cifra del genere con il motore aspirato più potente sotto il cofano di un'auto "stradale". Il V2 da 7,3 litri eroga infatti 76 CV di potenza e 75 Nm di coppia, per prestazioni che parlano di meno di 3 secondi per accelerare da a km/h e di una velocità massima superiore ai 35 km/h.

Fotogallery: Aston Martin One-77, unica e settantasettesima