Al Salone di Pechino 2012, la MG "cinese" riscopre le sue origini british con un SUV compatto

MG, acronimo di Morris Garages e uno dei simboli storici dell'automobilismo inglese, è diventato ormai da anni un marchio di proprietà cinese, attualmente in mano alla SAIC Motor. Le vetture prodotte sono ora pensate e realizzate in Cina per il mercato interno, ma il brand ha mantenuto un certo spirito "inglese", più che altro nell'unione tra sportività ed eleganza. Ora, al Salone di Pechino (27 aprile-2 maggio 22), MG accentua ancora di più il ricordo della sua storia con un prototipo denominato Icon Concept, che richiama le celebri MG A e MG B GT, in occasione dei 5 anni della MG B, la cui prima serie debuttò, appunto, nel 962.

TRA MG E MINI COUNTRYMAN

La Icon Concept non è, come ci si potrebbe aspettare, una coupé o spider bassa e leggera, ma è piuttosto una "moderna MG", una sorta di mini-SUV compatto e rialzato, che ricorda molto la recente MINI Countryman, e che forse risponde di più alle esigenze di un potenziale mercato internazionale. Qualcosa di MG è rimasto: la coda spiovente della MG B GT (con i fari verticali, secondo tradizione, ma innestati in un enorme parafango che ospita i grandi cerchi), le pieghe della fiancata, la calandra e le prese d'aria; in più, tutte le forme sono dichiaratamente ispirate dal classico "ottagono" MG. I fari ovoidali e il tetto bianco, in contrasto con la carrozzeria nera, così come il parabrezza panoramico con i montanti "nascosti", sono invece caratteristiche proprie dell'attuale linguaggio MINI. In ogni caso, si tratta della prima concept car SUV mai realizzata da MG.

INTERNI MODERNI CON GUSTO BRITISH

Il design della MG Icon Concept è stato realizzato dal team internazionale di design MG diretto dall'inglese Anthony Williams-Kenny; il gusto "all'inglese", in effetti, si riscontra ancora di più all'interno, con un abitacolo moderno ma semplice, in tono rosso, e con una plancia essenziale "a onde", dotata di finiture e comandi retrò. La concept può ospitare quattro persone su sedute singole "a conchiglia", con quelle posteriori completamente reclinabili in uno specifico alloggiamento, in modo da formare un piano di carico quasi piatto. Nessuna informazione è fornita invece in merito alle motorizzazioni.

MG Icon Concept