Arancione fiammante, adesivi, minigonne e la piccola elettrica non passa inosservata

Vista cosi, magari con un paio di LED sotto al telaio, sembra uscita da Fast&Furious. Non lo vedreste Dominic Toretto in una drag race spalla a spalla col cattivo di turno a bordo di questa BMW i3? A trasformare così l’elettrica bavarese sono stati quelli di 3D Design and Studie Thailand, che hanno puntato su un look esagerato. Infatti, per la tinta esterna hanno scelto un arancione acceso, molto simile a quello della M3 Lime Rock Park Edition, versione speciale riservata al solo mercato americano. Inoltre, a stravolgere totalmente l’estetica, ci sono gli adesivi neri su muso e fiancate: sembrano le artigliate di qualche bestia feroce, che trasformano la tranquilla utilitaria dall’animo green in una rissaiola pronta a fare a botte per ogni parcheggio.


Spoiler, minigonne e assetto ribassato completano il lavoro fatto per gli esterni, mentre a bordo non ci sono grosse novità. L’abitacolo riprende la colorazione esterna, ma non ci sono modifiche eclatanti come sarebbe stato lecito aspettarsi; a parte i sedili Recaro LX-F. Però, la vera domanda è un’altra: ci sono più cavalli? I thailandesi si saranno sbizzarriti sotto il cofano aggiungendo un motore più potente all’unità elettrica? La risposta è… No. Piuttosto il tuner ha preferito puntare su una piccola “bugia”: dal sistema audio Active Sound Design è possibile simulare il suono, almeno all’interno, di plurifrazionati più “nobli” come un 6 cilindri in linea, un V8, un V10 oppure un V12. Non è la stessa cosa, ma chi ha veramente a cuore l’ambiente si accontenterà.

BMW i3, in Thailandia la vedono così