AWD, 325 cavalli e 0-100 in 6 secondi. Debutto al Barcelona Motor Show

A Rüsselsheim non si adagiano sugli allori e di certo non perdono tempo. Dopo aver ricevuto l'importante riconoscimento di Auto dell'Anno 2009 e in seguito ad un successo di pubblico non indifferente (sono già 90.000 le vetture ordinate in Europa, di cui 4.000 in Italia), la nuova Opel Insignia continua a far parlare di sé. Al prossimo Barcelona Motor Show (9-17 maggio 2009) la Casa tedesca presenterà infatti la più sportiva della gamma, la Insignia OPC, esattamente a 10 anni dal lancio del primo modello griffato dall'esclusiva sigla Opel Performance Center.

BOMBATA E AGGRESSIVA

Le piacevoli linee della Insignia di serie trovano in questa versione OPC una intrigante evoluzione in chiave "race". Arrotondata, proporizionata e - apparentemente - più compatta, la nuova variante sportiva della 3 volumi tedesca non eccede in volgari appendici aerodinamiche. D'effetto risultano essere le prese d'aria anteriori che riprendono le forme dei gruppi ottici, mentre al posteriore spiccano gli scarichi incorporati nel nuovo paraurti. I cerchi sono da 19 pollici con gomme 245/40, mentre in via opzionale si può equipaggiare la vettura con ruote da 20 pollici e pneumatici 255/35.
All'interno troviamo dettagli di stile tipicamente teutonici: immancabili i sedili firmati Recaro ed il volante con diametro ridotto, appiattito nella sezione inferiore.

325 VIRTUOSI CAVALLI

Sotto al cofano della berlina tedesca troviamo una vecchia conoscenza in casa GM ovvero il noto V6 da 2,8 litri turbo che, grazie a modifiche all'aspirazione, alla centralina e allo scarico ha raggiunto quota 325 CV e 400 Nm di coppia. Oltre a dare una voce poderosa e aggressiva allo scarico, i tecnici di Opel hanno equipaggiato questa Insignia OPC con la trazione integrale Adaptive 4x4 system e il differenziale a slittamento limitato (eLSD), una dotazione tecnica inedita su di una OPC, ma necessaria per scaricare a terra tutta la potenza a disposizione e poter scattare da 0 a 100 km/h in 6 secondi con una velocità massima dichiarata di 250 km/h. Il cambio è manuale a 6 rapporti.

FLEXRIDE E FRENI BREMBO

Per assicurare un comportamento di guida allineato al blasone sportivo dell'Opel Performance Center, la Insignia OPC è stata dotata di un assetto ribassato di ulteriori 10 mm rispetto alla AWD Sport di serie, mentre il telaio è stato specificatamente modificato per questa versione, così come lo sterzo, ora molto più diretto. Per quel che riguarda le sospensioni si segnala invece l'utilizzo del sistema adaptive FlexRide, a gestione totalmente elettronica, che permette di scegliere al pilota il settaggio tra varie regolazioni di cui una - OPC mode - appositamente ideata per questo modello. I freni si presentano con un curriculum di tutto rispetto: Brembo autoventilanti con dischi da 355 all'anteriore.

Una Opel Insignia per Asafa Powell

Foto di: Daniele Pizzo