I punti ricarica sono nove, tra cui uno veloce, e serviranno anche a formare i concessionari sulla tecnologia a impatto zero

Il 2012 rappresenta per Nissan in Italia l'anno zero della mobilità elettrica, non solo per l'inizio della commercializzazione della Leaf, ma anche per la realizzazione di importanti attività ad essa legate. Da qui l'iniziativa di consentire a tutti i propri dipendenti, partner e visitatori che si recano presso la sede di Capena (Roma) a bordo di una Leaf di poter ricaricare a costo zero il proprio veicolo. In particolari i 9 punti di ricarica sono così suddivisi: presso il parcheggio visitatori sono state installate 4 colonnine pubbliche di ricarica standard ENEL ed 1 colonnina di ricarica veloce con sistema ChadeMo; presso l'officina interna è disponibile 1 company station di ricarica standard Schneider ed infine presso il Centro di Addestramento Tecnico si trovano 1 home station di ricarica standard ENEL e 1 home station di ricarica standard Schneider. I punti di ricarica avranno anche finalità dimostrative e formative per la clientela e i membri dei concessionari che prenderanno parte a corsi di addestramento tecnici e commerciali relativi alla Leaf presso la sede Nissan.

Nissan firma in Danimarca per ricaricare la Leaf

Foto di: Eleonora Lilli