E' l'ammiraglia del Double Chevron la vettura che porterà il neopresidente francese al passaggio di consegne, un evento mediatico che in Francia crea tensione fra i costruttori

Cinquanta anni dopo Charles De Gaulle, sarà ancora una Citroen DS la vettura sulla quale il presidente francese risalirà gli Champs Elysées. Secondo quanto ha anticipato il suo responsabile di campagna, il noto pubblicitario Pierre Moscovici, il neopresidente francese Francois Hollande ha scelto la Citroen DS5 HYbrid4 per la cerimonia di insediamento all'Eliseo che si terrà il prossimo 5 maggio e sembra addirittura che la Casa del Double Chevron stia preparando una variante speciale con tetto aperto della sua ammiraglia, come fece a suo tempo Nicolas Sarkozy che si servì della speciale Peugeot 67 Paladine.

Potrebbe sembrare un dettaglio, eppure nell'Esagono i due costruttori nazionali, fornitori esclusivi del Presidente della Repubblica, si danno da sempre battaglia dietro le quinte per assicurarsi che sulle proprie vetture salga il primo cittadino di Francia. La cerimonia del passaggio di consegne fra il presidente eletto e quello uscente offre poi un'esposizione mediatica senza pari, tanto che secondo quanto riportato dall'emittente radiofonica Europe la Casa francese starebbe per preparare un nuovo spot televisivo da lanciare il giorno della cerimonia. L'idea non sarebbe nuova: già nel 995, anno della transizione Mitterrand-Chirac, Citroen sfruttò l'evento con uno spot in cui l'ex presidente socialista saliva a bordo di una Citroen XM che si chiudeva con lo slogan "al momento delle partenze importanti è bello sapere che si può sempre contare sulla propria vettura".

Tutte le Citroen di Monsieur Le Président

Foto di: Daniele Pizzo