Per i bambini vuol dire andare veloce, per noi anche andare di traverso e consumare poco. Con una, anzi, tre Renault Clio

"Dai papà, metti il turbo!". Chi da bambino non ha giocato, almeno una volta, con quella "parola magica", che in tutto il mondo è usata nelle situazioni in cui si va veloci. Ma anche quando le cose vanno bene, o quando ci si diverte. È un po' quello che è successo a noi nella prova speciale che abbiamo voluto raccontarvi con un video, dove la protagonista è la Renault Clio sull'Autodromo di Modena, in tre modi diversi di interpretare un motore turbo. E di emozionarsi: per le prestazioni della Clio Cup, per la guidabilità della Clio RS e per l'efficienza della Clio Tce.


Un, due, tre... turbo!


Tre macchine, dunque, per tre tester. Ognuno esperto (e appassionato) a modo suo e in perfetta sintonia con quello che il turbo può dare. A Giuliano Daniele (ingegnere e collaudatore di OmniAuto.it) il compito di guidare sporco la RS da 200 CV, lasciando a Franco Nugnes (direttore di OmniCorse.it e pilota) l'adrenalina della guida veloce su un'auto da corsa come la Clio Cup da 220 CV, con Fabio Gemelli (giornalista di OmniAuto.it esperto di economy run) a dare il tocco finale nella sottile arte della guida col piede leggero, alle prese con il 900 3 cilindri benzina da 90 CV.


Questione di gusti


Nelle immagini capirete meglio il senso che abbiamo voluto dare a questa "turbo-prova"! Insomma, un turbo e tre Clio. Ma quante emozioni di guida diverse: ecco perché turbo è davvero una parola magica, che piace perché è bello andare veloci, divertirsi come bambini e, perché no, anche consumare poco. Basta avere lo spirito giusto...


 [Foto: Gianni Mazzotta & Carlo Favero]

Turbo, la parola magica che emoziona sempre [VIDEO]