Grazie all'interazione con Siri Eyes Free si ottengono tutte le informazioni semplicemente con la voce

Mani ben salde al volante e voce chiara: “Siamo quasi arrivati?”. La macchina risponde, ma non stiamo parlando di “KITT” della serie televisiva “Supercar”. Oggi anche una piccola utilitaria come la Opel Adam riesce a dare informazioni al guidatore senza che quest’ultimo distolga lo sguardo dalla strada. Merito dell’interazione tra due tecnologie, quella del sistema multimediale IntelliLink di cui dispone la citycar e il sistema operativo iOS 6, il “cervellone” dell’Iphone. Mediante il sistema di riconoscimento vocale Siri Eyes Free riesce ad elaborare numerosi comandi e gestire le richieste del guidatore senza che si illumini lo schermo, ovvero senza distrarre il conducente. Numerosi i comandi che possono essere processati dall’interazione IntelliLink-SiriEyesFree, tra cui chiamate ai contatti in rubrica, ascolto brani musicali con funzione di ricerca, lettura o composizione di SMS o iMessage, ma anche molte funzioni utili per chi utilizza lo smarphone per lavoro, come leggere (e comporre) una e-mail o inserire un appuntamento in calendario.

Tutto questo si traduce in una concentrazione e attenzione maggiore mentre si è alla guida. Numerose le funzioni per rimanere aggiornati anche in viaggio, come la possibilità di chiedere le previsioni meteo o rimanere aggiornati sulla partita di calcio, tutto questo grazie al collegamento ad internet del telefonino. Un successo anche per la sicurezza stradale che spesso annovera tra le cause maggiori d'incidente proprio la distrazione per consultare il cellulare. A distanza di poco meno di un mese dall'annuncio da parte di Apple della suite iOs in the Car (che sarà disponibile con iOs 7 a ottobre) ecco i primi esempi di come macchina e telefonino riusciranno a cooperare per agevolare la guida e fornire informazioni utili a tutti i passeggeri presenti in auto.

Opel Adam controlla l'iPhone con IntelliLink