Oltre 400.000 le ibride Toyota consegnate in Europa dal 1997 all'aprile 2012

Fin dal lancio, nell'ormai lontano agosto del 997, del minibus Coaster Hybrid EV, seguito nel dicembre successivo dalla prima edizione della Prius, Toyota ha creduto fortemente nella propulsione ibrida, esportando questa tecnologia in America Settentrionale, in Europa e in altri paesi dal 2. Nel 23 è stata presentata la seconda generazione di Prius, estendendo poi l'ibrido ad altre categorie di vetture, come SUV, minivan e grandi berline a trazione posteriore. Se nel 29, con l'arrivo della terza generazione di Prius, le vendite cumulative di ibride Toyota raggiungevano già i 2 milioni di unità, lo scorso 3 aprile 22 è stato ottenuto un nuovo record: le vendite delle full hybrid Toyota e Lexus nel mondo hanno raggiunto la soglia dei 4 milioni di vetture, di cui 423. nella sola Europa.

Attualmente in Europa, i veicoli Toyota con questa tecnologica sono Prius, Auris Hybrid e, a breve, Yaris Hybrid, mentre in seguito arriveranno Prius+ e Prius Plug-in; considerando circa 8 paesi del mondo, sono attualmente in vendita 9 modelli full-hybrid Toyota, destinati ad aumentare nel prossimo futuro. Nel 22, il numero delle ibride della casa giapponese è risultato pari al 5% delle vendite globali Toyota e, in Europa, il % delle vendite totali di veicoli Toyota e Lexus. Toyota ha calcolato che i veicoli full hybrid, dal 997 al 3 aprile 22, hanno permesso di evitare circa 26 milioni di tonnellate di emissioni di CO2, rispetto a veicoli a benzina di dimensioni e prestazioni paragonabili. Nel 22, Toyota vuole incrementare la quota di full hybrid Toyota e Lexus fino al 4% in Europa.

Fotogallery: Toyota Prius 2012