Una tedesca da 24 carati, che però non mostra la sua "anima anteriore"

Non solo Cannes. Dopo che Mercedes si è presentata alla kermesse cinematografica con alcuni modelli tinti di oro, la German Special Customs (GSC) propone un'elaborazione della Classe B che sembra appena uscita da una gioielleria. Nell'epoca della crisi economica la più foristradista delle Mercedes è stata reinventata per esprimere il massimo della ricchezza. Il frontale è stato reso più cattivo con una griglia in fibra di carbonio che mette in risalto il particolare look dei gruppi ottici, già sottolineati dai LED, mentre il posteriore ha mantenuto viva la sua anima grintosa con un design pulito che certo non lascia passare inosservata la generosità dei tubi di scarico.

Non ci sono dettagli tecnici relativi alla Mercedes Classe G by GSC e neanche foto degli interni. Al momento le uniche immagini rilasciate sono quelle che la dipingono su uno sfondo bianco privo di tridimensionalità. Tuttavia è facile immaginare anche anche a bordo la già lussuosa Classe B non si sia lasciata mancare nulla in termini di confort. Anche sulle prestazioni c'è silenzio, ma il V8 da 544 CV della entry level nel listino ufficiale non lascia dubbi sulle sue doti da sportiva.

Mercedes Classe G by GSC

Foto di: Eleonora Lilli