Accelerazione laterale, pressione del turbo e tempi sul giro sono in "diretta" sull’iPhone

La nuova Opel Astra OPC è la prima vettura che trasferisce all'iPhone i dati sulla dinamica della vettura, permettendo ai clienti più sportivi e appassionati di visualizzare e analizzare i dati di guida. In pratica, utilizzando l'apposita OPC Power App, si mette in comunicazione il proprio smartphone con la rete di dati CAN-bus di controllo elettronico del veicolo, ricevendo informazioni che vanno dalla pressione di sovralimentazione all'accelerazione laterale, passando per i tempi sul giro. I passi necessari per utilizzare questo nuovo sistema di telemetria sono quindi l'acquisto della nuova Opel Astra OPC (280 CV - 250 km/h), il download della OPC PowerApp dall'AppStore e il successivo divertimento di controllare le prestazioni della sportiva tedesca.

Fra i 60 parametri che l'Astra OPC trasmette all'iPhone per la lettura in tempo reale o la consultazione a motore spento ci sono anche la coppia del propulsore, l'accelerazione laterale in curva e i tempi sul giro basati sui dati GPS. Per ottenere il massimo da questo sistema di telemetria si può ordinare all'acquisto o installare successivamente una scatola nera (o controller per iPhone) che trasmette i dati al cellulare con una frequenza di 30 Hertz, praticamente in tempo reale. A richiesta è disponibile anche un supporto per iPhone che lo rende a tutti gli effetti uno strumento aggiuntivo di bordo. Fra le sette modalità di visualizzazione c'è lo strumento analogico, il misuratore di G laterali, il display digitale, un indicatore di sovra/sottosterzo, un grafico a barre, un grafico a linee e una mappa. La OPC PowerApp funziona su iPhone (a partire dalla terza generazione), iPad 2 e iPod Touch, e sarà disponibile per sistemi Android all'inizio del 2013.

Sull’Opel Astra OPC c’è un’App per la telemetria

Foto di: Fabio Gemelli