Non solo stand e spettacoli, ma anche aree test drive dove guidare sportive, ibride e citycar

"Si prega di non toccare"? Non al Motor Show di Bologna, che nel 2014 torna dopo un anno di pausa e lo fa puntando sul suo punto di forza: gli spettacoli, le gare e i test drive. Le macchine quindi si possono guidare, oltre che guardare. A partire dalla nuova smart, sia fortwo che forfour, "curiosa" da dietro il volante per come riesce a girare quasi su se stessa grazie al ridotto raggio di sterzata.


Le prove spaziano dall'esperienza Nissan sulle tecnologie di guida più avanzate, come le telecamere 3D Around View delle Pulsar, Qashqai e X-Trail, passando per i corsi di guida sicura ACI con le Toyota Yaris e Auris gommate Bridgestone, fino ad arrivare agli ostacoli offroad dell'area Fiat e Jeep, dove si possono guidare 4x4 come Panda Cross e la Renegade.


Da provare almeno anche la sensazione di guidare una macchina elettrificata come l'Audi A3 e-tron, una ibrida plug-in che con le batterie cariche viaggia fino a 50 km a emissioni zero e che continua ad avere un vero cambio, il doppia-frizione S Tronic, per non rinunciare del tutto al piacere di guida. Volendo le A3 in prova sono anche a metano - le g tron -, con lo stesso 1.4 turbo della Seat Leon TGI, che nell'area test drive spagnola affianca la sportivissima Cupra FR e la variante station wagon integrale.


 



Le auto che si possono guidare al Motor Show 2014




Guardare ma non toccare è una regola che al Motor Show di Bologna 2014 non vale. Perché non si tratta del classico Salone in cui le auto si possono solo guardare: nelle aree test drive esterne si possono anche guidare. E vale la pena, per conoscere tecnologie innovative, motorizzazioni all'avanguardia e per divertirsi.

Motor Show, tutte le auto che si possono guidare [VIDEO]