Il SUV compatto giapponese si rivela come una delle auto più sicure della categoria

La Mazda CX-5 è stata sottoposta ai test EuroNCAP nella versione 2.2 diesel e, non solo ha ottenuto le ambite 5 stelle, ma anche ha raggiunto valori percentuali elevati e superiori alla media del segmento in merito al livello di sicurezza degli occupanti adulti (94%) e bambini (87%), e ai sistemi di sicurezza (86%); nella protezione dei pedoni ha invece ottenuto un valore percentuale pari al 64%, migliore del 60% richiesto da EuroNCAP dal 2009 per ottenere il punteggio pieno. Secondo EuroNCAP, l'abitacolo si è dimostrato particolarmente ben protetto per gli occupanti adulti in tutte le prove d'urto, garantendo stabilità strutturale, e risultando efficace per passeggeri di ogni statura e seduti in posizioni diverse.

La tecnologia Mazda Skyactiv-Body, con acciai ad alta resistenza per il 61% del corpo vettura, si è rivelata dunque efficace allo scopo, garantendo anche una relativa leggerezza. Punteggi alti sono stati ottenuti per la protezione dei bambini di 3 anni (il massimo dei voti) e per i bambini di 18 mesi, con la possibilità di disinserire l'airbag anteriore, e chiare indicazioni sui rischi di attivazione dell'airbag passeggero con seggiolino contromarcia. Nell'urto contro i pedoni, EuroNCAP ha valutato positivamente la forma del frontale e del cofano, che permettono una buona protezione nei punti in cui potrebbe battere la testa di un bambino o un adulto. Il controllo elettronico di stabilità è di serie, così come le spie per l'allacciamento delle cinture di sicurezza di guidatore e passeggero, mentre non è previsto il limitatore di velocità. La CX-5 è la terza Mazda dal 2009 ad aver ottenuto le 5 stelle EuroNCAP, dopo Mazda6 e Mazda3.


Mazda CX-5. Gli acciai altoresistenziali




Animazione dell'impatto frontale per la Mazda CX-5

5 stelle EuroNCAP per la Mazda CX-5

Foto di: Sergio Chierici