Si aggiorna la SUV media di Mazda con lievi modifiche al frontale e agli interni

Nell'ambito del rinnovamento della gamma Mazda, si aggiorna anche la SUV media Mazda CX-5 con un facelift che coinvolge soprattutto l'estetica, la multimedialità e l'abitacolo. Il modello, al debutto a Los Angeles, sarà modificato anche nella versione europea, accentuando le differenze rispetto alla più compatta CX-3. La calandra della Mazda CX-5 restyling mantiene la forma trapezoidale e il bordo cromato inferiore di collegamento con i fari, ma guadagna cinque listelli orizzontali cromati (in luogo dell'unico elemento superiore), che aumentano la sensazione di "importanza" al frontale. Diversi anche gli scudi paraurti, i fendinebbia e i cerchi in lega, mentre le luci a LED con firma a semicerchio richiamano quelli delle Mazda più recenti.


Le protezioni inferiori scure sottolineano l'aspetto off-road, anche se restano a listino le versioni a trazione anteriore, e l'insieme della carrozzeria mantiene la fluidità della precedente versione. All'interno della CX-5 restyling è in evidenza, nella consolle centrale, la versione più recente del sistema multimediale Mazda Connect, presente anche in altre vetture del marchio; è stata migliorata la silenziosità dell'abitacolo (del % a velocità autostradale), e sono stati riviste le finiture interne. Nuovo design anche per il tunnel centrale con bracciolo integrato, grazie all'eliminazione della leva del freno a mano, sostituito dal comando elettrico. Nessuna novità, invece, per quel che riguarda i motori.

Mazda CX-5, lieve facelift per il 2015

Foto di: Sergio Chierici