Nell'ultimo giorno utile i team confermano la partecipazione al prossimo mondiale

Mantenendo la tensione altissima fino all'ultimo minuto possibile, tutte le squadre di F1 hanno comunicato che prenderanno parte, seppur con riserva, alla stagione 2010. Il che significa che i team hanno deciso di rimanere in F1 se la FIA confermerà il regolamento tecnico attualmente in vigore, a cui potranno essere apportate delle modifiche dettate dalla FOTA, l'associazione dei costruttori.

Un modo semplice e chiaro per dire che se una riduzione dei costi ci deve essere, che avvenga secondo delle regole fissate all'unanimità dai team e non in base ad un'imposizione di Max Mosley. I team dunque hanno teso la mano alla Federazione, hanno messo sul piatto della bilancia la volontà di non abbandonare la F1, e l'intenzione di non creare nessun campionato alternativo, chiedendo in cambio un regolamento che possa scongiurare un mondiale a due velocità.

Ora è la FIA che dovrà scegliere se compiere un gesto distensivo o se dichiarare guerra aperta alla FOTA. Per il momento è improbabile che si possa configurare un mondiale senza la Ferrari e almeno in tifosi possono tirare un respiro di solievo.