Due turbo portano il V12 Lamborghini a 1.200 CV

Il tuner statunitense della North Carolina Underground Racing continua a mettere mano alle supercar italiane con l'aggiunta della doppia sovralimentazione: ne è stato un esempio la Ferrari 458 Italia ed ora la conferma con la recentissima Lamborghini Aventador LP700-4, il cui V12 biturbo sarebbe in grado di erogare circa 1.200 CV. La sviluppo è stato terminato, non senza difficoltà, considerando lo sforzo compiuto da Lamborghini per rendere difficile l'intervento da parte di tuner esterni, in modo da conservare l'integrità di prodotto.

Per la nuova Aventador, quindi, Underground Racing non prevede la vendita di un semplice kit da applicare al modello "di serie", ma una completa revisione del motore stesso; anche il cambio è stato modificato dal tuner americano con uno specifico upgrade. Il modello di test è stato completato, e sono emersi i primi dati numerici, rilevati con gomme stradali di primo equipaggiamento: l'accelerazione da 0 a 97 km/h e pari a 2,2 secondi, mentre la potenza misurata alle ruote, ma non ancora omologata, è di circa 1.200 CV. Prima della messa in produzione della Aventador biturbo, Underground Racing intende effettuare altri test, per valutare i limiti della vettura così modificata: in ogni caso, la Aventador TT si preannuncia come un riferimento tra le supercar ad altissime prestazioni.

Lamborghini Aventador twin-turbo by Underground Racing