L’ad Fiat ha invece parole di elogio per il premier Monti

Sergio Marchionne, ad di Fiat, ha chiesto ai politici italiani un maggiore impegno contro la crisi e contro una "situazione di incertezza" che impone di "agire con forza". Marchionne ha sferzato la nostra classe politica durante un breve discorso tenuto a Venezia in occasione dell'apertura dei lavori per il Consiglio per le relazioni fra Italia e Stati Uniti, di cui il manager italo-canadese è co-presidente. L'amministratore delegato del Lingotto ha detto: ''Viviamo in uno stato di incredibile confusione e incertezza, speriamo che da parte dei politici ci sia intenzione di fare qualcosa", aggiungendo parole di apprezzamento per il presidente del consiglio Mario Monti. Del premier italiano ha infatti detto: "E' la persona piu' vicina di tutti a quello che ci succede, parla con la controparte europea, porta avanti la discussione con i colleghi tedeschi e con la beneamata Cancelliera".