Si scaldano i motori della 24 Ore di Le Mans, la gara di durata per eccellenza che vedrà le Audi R15 TDI e le Peugeot 908 HDi sfidarsi per un posto nella storia. Da una parte abbiamo una vettura completamente nuova, rivoluzionaria, per via di una cura aerodinamica maniacale, dall'altra un'auto affinata nei minimi dettagli. Tra le due pretendenti a gasolio potrebbe inserirsi a sorpresa la Lola Aston Martin, spinta dal V12 6 litri, che ha trionfato nella 1.000 km di Barcellona. Da tenere sotto osservazione anche le "vecchie" Audi R10 TDI affidate al team Kolles. In classe LMP2, quella dei prototipi contraddistinti da una cilindrata inferiore, la lotta sarà tra le Porsche RS Spyder, le Lola Mazda, le Lola Judd e la Ginetta Zytek.

Passando alle ruote coperte invece, la fuga per la vittoira vedrà coinvolte le Corvette C6R del Team Corvette Racing e l'Aston Martin DBR9 della Jet Alliance Racing, nella catgoria GT1, e le Ferrari F430 e le Porsche 997 GT3 RSR in classe GT2. Questo raggruppamento, che annovera diverse vetture al via, vede schierato anche un modello decisamente singolare: la Spyker C8 Laviolette.

Tutto è pronto per il 13 giugno dunque, quando Luca di Montezemolo darà il via alla maratona automobilistica per antonomasia.

Audi R15 TDI

Foto di: Nicola Desiderio