Riduzione di listino per l'elettrica ad autonomia estesa che propone nuovi colori, volante in pelle e batterie con più autonomia

Uno degli ostacoli per l'acquisto di una vettura nuova con motorizzazione elettrica è sicuramente il prezzo d'acquisto, piuttosto alto in considerazione della novità di prodotto, della tecnologia adottata e dei numeri ancora bassi di diffusione dei modelli. La via dei costruttori, a livello internazionale, sembra dunque essere quella di proporre offerte sempre più convenienti. Negli Stati Uniti, ad esempio, Chevrolet ha annunciato una riduzione di prezzo per la propria elettrica "range extender" Volt: in occasione del lancio del model year 24, il prezzo è di 34.995 dollari, circa 26.35 euro, escluse alcune tasse. Si tratta di uno sconto di circa 5. dollari rispetto alla versione precedente, cui si può aggiungere la deducibilità dalle tasse per un importo da a 7.5 dollari, a seconda del reddito e della situazione professionale.

La nuova versione della Volt propone alcuni miglioramenti rispetto al lancio del 2, come il volante in pelle e il sistema di connettività Mylink, e anche una più alta autonomia delle batterie. Il modello 24 sarà disponibile nelle concessionarie USA alla fine dell'estate; tra le altre novità, i due inediti colori metallizzati Ashen Gray e Brownstowne. L'abbassamento del prezzo intende fare ancora più breccia nel mercato americano, per una vettura con la quale gli automobilisti hanno percorso complessivamente 585 milioni di km, di cui 362 milioni in modalità totalmente elettrica; con circa 9 miglia (.448 km) percorsi in media prima di un rifornimento, più o meno una volta al mese, il risparmio annuale sul carburante è per un automobilista americano di oltre 67 euro. Altra particolarità: più del 7% dei guidatori di Volt guidano per la prima volta una General Motors, e l'auto più spesso lasciata in permuta è una Toyota Prius. Il mercato più ampio è la California, che, insieme a New York, prevede per la Volt accessi in aree riservate.