Cura dimagrante per il Cavallino

A volte i tuner hanno la presunzione di poter migliorare le sportive più blasonate, altre volte invece rilasciano la loro interpretazione come fosse un tributo ai grandi costruttori. L'elaboratore giapponese ASI (Accuratezza, Spirito e Immaginazione) quando ha preparato la F430 probabilmente è stato spinto da tutte e due le motivazioni: migliorare la sportiva di Maranello "omaggiando" la Scuderia.

L'aerokit del preparatore nipponico è composto da un nuovo paraurti anteriore con prese d'aria incorporate nella parte laterale, bandelle sottoporta e uno scudo posteriore dove sono situati i due scarichi centrali che ricordano molto quelli della 430 Scuderia. Completa il kit il grande alettone in materiale composito di colore nero, in tinta con i grandi cerchi della BBS che calzano ruote Yokohama. L'unica modifica fatta agli interni è stata la sostituzione dei sedili con altri "racing" di colore rosso firmati Bride.

Il risultato di questa elaborazione, oltre all'effetto estetico, è la riduzione di peso di 27 kg rispetto al modello di serie, un pò pochi se pensiamo che la F430 scuderia fa risparmiare sull'ago della bilancia ben 100 kg.

Ferrari F430 by ASI