La Casa di Gaydon provoca con un concept su base Toyota iQ

Tesoro mi si è ristretta la mia Aston Martin. Ora è lunga come una Toyota iQ. Non è un errore di lavaggio né uno dei tanti rendering-truffa che girano e non è neppure un pesce d'aprile. Quella che vedete è una vettura, o meglio, un concept che la casa di Gaydon sta preparando. Si chiama Cygnet ed è basato proprio sulla base della piccola 3 metri giapponese, ma ha l'inconfondibile calandra delle Aston. Una provocazione? Uno scherzo? Un modo per sondare la propria clientela? Di sicuro un modo per far parlare di sé suscitando sensazioni contrastanti e discussioni feroci tra gli appassionati.

Le parole del presidente di Aston Martin, Ulrich Bez, tuttavia non lasciano spazi a molti dubbi. "Ora è il momento giusto per Aston Martin di fare il primo coraggioso passo per varare questo speciale progetto reso possibile con il supporto di un'organizzazione della statura e della capacità di Toyota insieme alla progettazione intelligente e alle soluzioni che rendono la iQ la perfetta vettura da città. Ci vorrà ancora molto lavoro - continua Bez - ma sono sicuro che questo progetto potrebbe diventare realtà e non è troppo distante nel tempo. Questo concept, affine a un esclusivo tender di uno yacht di lusso, ci permetterà di applicare il linguaggio stilistico, la capacità artigianale e i valori del marchio a un segmento di mercato completamente nuovo".

La Cygnet dovrebbe essere presentata ufficialmente al Salone di Francoforte, anche se la casa di Gaydon non ha ancora fatto sapere nulla di ufficiale in merito. A giorni sono attese altre immagini della piccola, anzi piccolissima, Aston Martin.

Aston Martin Cygnet: costerà 22.000 euro

Foto di: Eleonora Lilli