Tra loro c'è l'"Official Match Ball Carrier" che consegnerà nelle mani dell'arbitro il pallone che darà il via alla partita

Il calcio come la scuola diventa maestro di vita. Kia Motors Company Italy, sponsor degli Europei 2012, porterà alcuni bambini della comunità di Don Mazzi (Fondazione EXODUS) a vedere la partita Italia-Inghilterra del 24 giugno a Kiev. "Per questi bambini, prendere parte ai quarti di finale tra Italia e Inghilterra, sarà un’ottima opportunità per apprendere un grande insegnamento: bisogna tifare con tutto il cuore la propria squadra ma che, in caso di sconfitta, che in questo caso mi auguro colga gli inglesi - ha detto sorridendo Giuseppe Bitti, Amministratore Delegato di Kia Motors Company Italy - la si deve accogliere consapevoli che chi ha vinto è stato il migliore in campo e che dagli errori si può sempre imparare". La selezione dei bambini è infatti stata svolta non solo in base alle capacità calcistiche di ciascuno, ma anche relativamente alla propensione dei piccoli calciatori a prendere parte al gioco senza scorrettezze, mantenendo il giusto fair play. Inoltre tra i sette ragazzi della comunità uno è stato anche eletto "Official Match Ball Carrier" e consegnerà nelle mani dell’arbitro il pallone che darà il via alla partita.