La multispazio senza montante centrale nasce a Craiova insieme all'EcoBoost 1.0

La Ford B-Max è in catena di montaggio a Craiova in Romania. La sua produzione è iniziata oggi ad un ritmo che verrà reso noto a breve quando, prima di agosto, il costruttore americano renderà noto un più ampio piano di produzione che riguarda anche altri modelli. Per il momento il marchio dell'Ovale Blu ha ricordato solo che l'investimento a Craiova, dove nasce anche l'EcoBoost 1.0 (l'International Engine of the Year 2012), è superiore ai 675 milioni di euro. Insieme alla comunicazione ci sono però alcune previsioni sulla domanda di auto in Europa. Secondo le statistiche citate da Ford il 40% dei proprietari di auto di grosse dimensioni oggi guarda a veicoli più compatti ed efficienti per il prossimo acquisto, mentre il 20% di chi guida un'auto compatta desidera più spazio a disposizione. Per questo la B-Max, che arriva in Italia a settembre, è ottimista. Il suo segmento dovrebbe crescere del 17% entro il 2018. "Con le attuali condizioni economiche europee, per molti clienti l'auto status symbol non è più la più grande, la più costosa o la più veloce, ma quella più intelligente, più ingegnosa o più sostenibile", ha detto Henry Mason, esperto di tendenze, di trendwatching.com.

Ford B-Max 1.0 Ecoboost, le nostre impressioni

Foto di: Alessandro Lago