Oltre ai nuovi 3.0 V6 S/C e al 2.0 i4 Turbo, l’ammiraglia propone Start/Stop, automatico 8 marce e sospensioni riviste

La Jaguar XJ MY 2013 punta molto sull’ampliamento della gamma motori, grazie all’arrivo delle già anticipate unità 3.0 V6 Sovralimentato e 2.0 i4 Turbo. Un’altra novità è rappresentata dalla disponibilità del cambio automatico 8 marce su tutte le motorizzazioni, benzina e diesel. Per migliorare ulteriormente l’efficienza dell’ammiraglia inglese è presente di serie il sistema Intelligent Start/Stop su tutti i motori a benzina V6 e V8 e su tutti i motori diesel; in questo modo la Jaguar XJ 3.0D V6 MY 2013 emette 159 g/km di CO2 e consuma mediamente 6,0 l/100 km. Dopo aver debuttato sull’esclusiva XJ Ultimate, il sistema audio Meridian (da 380 o 825 watt) è ora disponibile su tutti gli allestimenti della XJ.

Il più piccolo dei nuovi motori è il 2.0 Turbo a benzina (2.0 i4 Ti), un compatto 4 cilindri turbocompresso che sviluppa 240 CV e 340 Nm. Il lavoro di downsizing prevede sotto al cofano una turbina a bassa inerzia alloggiata nel leggero collettore di scarico a parete sottile e l’azionamento a catena della fasatura variabile delle valvole di scarico e aspirazione. Con questo motore la nuova Jaguar XJ 2.0 i4 Ti scatta da 0 a 100 km/h in 7,5 secondi, arriva ai 241 km/h e ottiene un consumo combinato di 9,3 l/100 km. La Jaguar 3.0 V6 S/C è invece dotata di un 6 cilindri con compressore volumetrico tipo Roots che arriva ad esprimere 340 CV e 450 Nm. Questa versione impiega 5,9 secondi per raggiungere i 100 km/h ed è limitata elettronicamente ai 250 km/h; il consumo è invece pari a 9,4 l/100 km. Altri aggiornamenti riguardano i sistemi di infotainment, migliorati nell’audio e nella fruibilità delle interfacce, mentre le sospensioni con molle e ammortizzatori ricalibrati propongono maggiore isolamento e comfort per i passeggeri.

Jaguar XJ MY 2013

Foto di: Fabio Gemelli