Entro il 2012 confermata anche la Jazz e annunciato un nuovo sistema ibrido

La honda CR-Z sport hybrid diventerà realtà entro il 2009 per l'Europa e andrà in vendita nel febbraio 2010 in Giappone rinforzando la strategia Honda che prevede di vendere entro il 2012 il 10% della propria produzione con veicoli dotati della propulsione mista benzina-elettrico. Lo ha annunciato lo stesso CEO della Casa giapponese, Takanobu Ito il quale ha ribadito che la Jazz ibrida arriverà successivamente per fare compagnia alla CR-Z e alla Insight il cui successo è confermato dal fatto che presso lo stabilimento dove viene prodotto, quello di Suzuka, è stata aperta una terza linea che lavora a pieno ritmo per soddisfare la domanda.

Ma la novità forse più interessante è contenuta nelle righe centrali del comunicato dove la Honda annuncia, quasi in sordina, che sta sviluppando anche un altro sistema ibrido per veicoli medio-grandi mentre - lo ricordiamo - per i modelli sopraccitati utilizza un sistema ibrido "leggero" denominato IMA (Integrated Motor Assist) che prevede un motore elettrico da 14 CV che assiste quello 1,3 litri a benzina da 88 CV. Lecito pensare che il nuovo sistema sarà invece un full-hybrid, in grado di far marciare SUV e berline di grandi dimensioni anche con il solo motore elettrico.

Questa innovazione sarà riservata in particolare al mercato americano, dove esiste anche la gamma Acura, e giapponese dove l'ibrido domina tanto che la Toyota Prius e la stessa Insight sono le dominatrici delle classifiche di vendita. Sulla CR-Z invece il sistema IMA avrà qualche cavallo in più per assecondare la propria destinazione sportiva rivelata dallo stile che è stato svelato sul concept è stato presentato per la prima volta al Salone di Tokyo del 2007. Occhio al calendario, potrebbe quindi essere proprio la passerella giapponese (23 ottobre-8 novembre) il luogo per il debutto della prossima ibrida Honda.

Honda CR-Z Concept

Foto di: Daniele Pizzo