Presentata un'offerta d'acquisto. In lizza anche cinesi, spagnoli e Lilli Bertone

Il futuro di un'azienda storica come la Carrozzeria Bertone, una degna rappresentante della passione automobilistica italiana, potrebbe passare nelle mani di Fiat. Il Gruppo torinese, che è ormai concentrato da mesi sui nuovi investimenti che l'hanno portato a siglare partnership strategiche come quella con Chrysler, ha presentato un'offerta d'acquisto che potrebbe concludere una delle vicende sindacali più intricate del nostro paese.

I dettagli della proposta non sono stati ancora diramati, ma è noto che il Lingotto non è solo. Già a maggio, nello studio del notaio Morone, sono arrivate quattro manifestazioni formali di interesse, più quella presentata dalla Keplero, la società che fa capo al finanziere torinese Domenico Reviglio. E se i russi della DI Technology non si sono fatti vivi, a competere ci sono italiani, cinesi, spagnoli e Lilli Bertone, moglie del fondatore dell'azienda Nuccio che si è però proposta solo per il marchio.