Ora dotata del V6 da 300 CV ha una coppia massima di 650 Nm disponibile tra 1.750 e 2.500 giri/min

La seconda generazione della Porsche Panamera si arricchisce con la versione Panamera Diesel da 300 CV, dotata del consueto 3 litri V6, ma con potenza accresciuta di 50 CV rispetto al modello precedente. Per ottenere i 300 CV sono stati effettuati interventi sul motore, a cominciare dagli elementi nuovi, quali albero motore, pistoni e la turbina con maggior flusso d'aria e una più alta pressione (3 bar invece di 2,5). Oltre alla maggior potenza, è aumentata di 100 Nm anche la coppia massima, che ammonta a 650 Nm, ed è disponibile tra 1.750 e 2.500 giri/min.

Il risultato è una velocità massima di 250 km/h, contro i precedenti 244, mentre il passaggio da 0 a 100 km/h è coperto in 6 secondi netti anziché 6,8; i consumi medi nel ciclo combinato sale leggermente, da 6,3 a 6,4 l/100 km, e sono aumentate anche le emissioni di CO2, da 166 a 169 g/km. Sulla Porsche Panamera Diesel 300 CV debuttano anche il sistema Porsche Torque Vectoring Plus, inedito su un modello diesel di Porsche, che agisce frenando selettivamente le ruote posteriori per migliorare la stabilità. Le modifiche si estendono anche al telaio, soprattutto con l'irrigidimento delle barre antirollio, e alla trasmissione, che adotta rapporti differenti. La Panamera Diesel debutta al Salone di Francoforte (12-22 settembre 2013) per arrivare sul mercato a gennaio 2014, con prezzi in Germania da 85.300 euro.

Porsche Panamera restyling