Sarà richiesto però il prolungamento dell'attuale cassa integrazione straordinaria

Mirafiori può stare tranquilla, Fiat ha confermato oggi l'investimento di un miliardo di euro per la produzione di SUV Maserati nello stabilimento italiano. Niente fughe all'estero quindi (vista la preoccupazione dei sindacati alla luce dell'accordo con Chrysler), ma piuttosto il prolungamento della cassa integrazione per i 5.300 operai, che sono già in cig straordinaria per la riorganizzazione da 18 mesi.

Il contratto aziendale è stato siglato questa mattina a Roma dall'amministratore delegato della Fiat, Sergio Marchionne, e dal segretario generale della Uil, Luigi Angeletti. Poi il segretario Fismic, Roberto Di Maulo, ha anticipato che il Gruppo italiano sta studiando "l'unificazione anche societaria degli stabilimenti Maserati di Grugliasco e di Mirafiori. Questo permetterà il massimo utilizzo degli impianti del personale e porterà alla nascita a Torino del polo del lusso". Per leggere la lettera che Marchionne ha scritto ai dipendenti cliccate qui.

Marchionne: fra due anni due nuove berline Maserati

Foto di: Daniele Pizzo