Due recenti tecnologia compaiono nelle liste degli accessori consigliati. E' il primo passo verso l'obbligatorietà

L'agenzia governativa statunitense che controlla la sicurezza stradale, la National Highway Traffic Safety Administration o più brevemente NHTSA, ha aggiunto due sistemi automatici di frenata di emergenza tra quelli consigliati per ottenere una maggiore valutazione nei prossimi test. L'ente, che ha una funzione corrispondente a quella del nostro Euro NCAP, raccomanda che i futuri veicolo siano dotati di un sistema di frenata che intervenga automaticamente quando i sensori anteriori segnalano una collisione imminente, e un sistema dinamico, in grado di frenare con più intensità quando avverte che il guidatore non ha frenato abbastanza per evitare un urto.


In realtà, non è richiesto da NHTSA che i sistemi siano necessariamente presenti in tutte le prossime auto, ma al momento vengono segnalati nelle descrizioni come elementi importanti per la sicurezza, in modo da sensibilizzare l'utente a prenderli in considerazione in caso di acquisto di un'auto e per sollecitare i costruttori ad aumentarne la diffusione. Tra i sistemi di sicurezza "raccomandati" ci sono anche l'avviso di collisione anteriore, l'avviso di superamento della linea di mezzeria e le telecamere posteriori. Il passo successivo, sarà invece quello di includere questi sistemi tecnologici tra le discriminanti per ottenere il massimo punteggio nelle prove di sicurezza. A quel punto, potremo avere effettivamente sistemi di frenata automatica diffusi capillarmente su tutte le nuove vetture.