La Yaris WRC arriva nel 2017 e già dal 2015 parte il programma motorsport che comprende il Mondiale Endurance

Toyota Racing, Lexus Racing e GAZOO Racing sono le divisioni sportive di Toyota, che si preparano ad affrontare un 25 ricchissimo di avvenimenti sportivi. La novità più succosa per gli appassionati di sport motoristici è il ritorno di Toyota nel mondiale rally (WRC) dopo una pausa iniziata nel 999, per rinverdire i successi dell'indimenticata Celica. In questo caso, però, l'attività effettiva inizierà solo dal 27, con una nuova vettura basata sulla Yaris appositamente sviluppata da Toyota Motorsport. Di questo modello si conoscono le dimensioni esterne (3.9 x .82 mm) e la gommatura Michelin, mentre il motore sarà un .6 turbo a iniezione diretta; i test nel 25 saranno condotti da Stéphane Sarrazin, Sebastian Lindholm, Eric Camilli, che però non saranno probabilmente i drivers ufficiali al debutto in gara. L'impegno principale per Toyota Racing per il 25 rimane, dunque, il Campionato Mondiale Endurance (WEC), dove lo scorso anno ha piazzato la TS4 Hybrid cinque volte al primo posto su 8 gare.


Toyota Racing fornirà anche il supporto per i team che corrono con vetture Toyota nel campionato Nascar, e sarà impegnata nella Super Formula giapponese con il nuovo motore 2 litri 4 cilindri RI4A, e nel Dakar Rally con le Land Cruiser 2, vincitrici di categoria nelle ultime due edizioni. Gli impegni per il marchio premium Lexus, che si presenta formalmente con un nuovo logo "Lexus Racing" che mette in risalto i brand "F" e "F Sport", è soprattutto nel campionato super GT giapponese GT5 con la RC F motorizzata con un 2 litri 4 cilindri turbo e iniezione diretta di benzina, e nelle gare "grass-roots" fornendo le Lexus RC F GT3 a livello internazionale. Per GAZOO Racing, invece, l'impegno è concentrato sulla 24 del Nürburgring, come è ormai tradizione dal 27, con le Lexus LFA Code X e RC; ci sono poi interventi diretti in gare rallistiche giapponesi mediante uno specifico staff, e vengono promosse gare come le categorie "86/BRZ" e "Waku-Doki", che puntano a scoprire nuovi talenti.

Toyota rientra nel mondiale rally

Foto di: Sergio Chierici