IL SUV nipponico specialista dell'off road rinnova la sua immagine, iniziando dal Paese del Sol Levante

Macchine con pochi fronzoli, i (pochi) SUV che non temono il fuoristrada più impegnativo rimasti sul mercato. Facelift in linea con questa filosofia è quello che coinvolge la Suzuki Grand Vitara, che con il modello Escudo commercializzato sul mercato domestico potrebbe anticipare le modifiche dedicate al modello nato nel 25, anche se non ci sono conferme da parte del costruttore. In un mercato come quello automotive che ogni 6 anni rinnova in media i suoi prodotti, la Grand Vitara restyling si rifà il trucco adottando una nuova calandra a bandelle alate e finiture nere che ritoccano paraurti e fari.

I cerchi in lega sono di inedito disegno e la ruota di scorta non è alloggiata a sbalzo fuori dalla carrozzeria, come già accade sull’attuale versione Crossover. Le modifiche riservate all’abitacolo interessano principalmente i colori e i rivestimenti, mentre alla versione speciale “X-Adventure” è riservato l’allestimento Bison Brown Pearl Metallic, con cerchi in lega da 8”, cromature, vetri oscurati, tetto apribile, spoiler posteriore e interni caratterizzati da inserti rossi su selleria, volante e cambio.

Suzuki Grand Vitara restyling, in Giappone è Escudo

Foto di: Giuliano Daniele