Entro la fine del 2010 più di un terzo della produzione dalla Hyundai i20 sarà trasferito in Europa. Il Costruttore coreano ne ha dato oggi l'annuncio spiegando che la decisione è stata presa per ragioni economiche. L'attuale assemblaggio avviene in India, dove ogni anno si mettono a punto 200.000 unità, ma le previsioni di vendita hanno reso necessario un immediato investimento. Proprio nello stato Indiano ci si aspetta per il 2010 un incremento della domanda fino a 580 mila vetture contro le 490 mila ordinate quest'anno.

Invece di cotruire una nuova fabbrica in loco si è preferito pensare al trasferimento in Europa per ragioni fiscali. Come riportato da Automotive News, il Costruttore è avvantaggiato nell'incrementare le linee produttive già possedute in Repubblica Ceca (dove nasce la Hyundai i30) e in Turchia, dove si prevede una capacità di circa 70 mila vetture annue.