La compatta a metano è disponibile in versione 5 porte o familiare ST. Ha 110 CV e un’autonomia a gas di 400 km

Anche la nuova Seat Leon si dà al metano per venire incontro alla sempre maggiore richiesta di costi chilometrici “all’osso”. Debutta infatti al Salone di Francoforte (12-22 settembre 2013) la Seat Leon 1.4 TGI, sia con carrozzeria a 5 porte che familiare ST. La compatta spagnola che viaggia a gas naturale compresso è spinta dal motore 1.4 turbo a iniezione diretta che può essere alimentato sia a benzina che a metano, sviluppando una potenza massima di 110 CV e un picco di coppia massima di 200 Nm già a 1.500 giri/min. A differenza di alcune vetture a metano del passato la Seat Leon 1.4 TGI vanta prestazioni di tutto rispetto, riassumibili nei 10,9 secondi per andare da 0 a 100 km/h e nella velocità massima di 194 km/h.

L’aspetto più stimolante della Seat Leon 1.4 TGI è però quello legato al funzionamento bivalente: il consumo in modalità a metano è pari infatti a 3,5 kg/100 km, con un’autonomia teorica di quasi 400 km garantita dal serbatoio di 15 kg piazzato sotto il vano di carico. Se a questa si aggiungono i 900 km che è possibile percorrere con i 50 litri del serbatoio a benzina si ottiene un raggio d’azione di ben 1.300 km. Il prezzo italiano della Seat Leon 1.4 TGI non è stato ancora annunciato, ma sulla base del listino attuale è possibile ipotizzare una cifra poco lontana dai 22.000 euro.

Seat Leon 1.4 TGI

Foto di: Fabio Gemelli