Il Santo Padre fotografato ancora una volta a bordo di una Ford Focus di qualche anno fa. Continua così il rifiuto per le vetture di rappresentanza

Niente auto blu, nessuna berlina di rappresentanza e via le auto della scorta. Così viaggia Papa Francesco, immortalato in una foto esclusiva di OmniAuto.it mentre si sposta sul lungotevere romano a bordo di una Ford Focus. In realtà la vettura è di un bel colore “blu diplomatico”, ma le somiglianze con le famose berline di lusso con autista finiscono qui. Fin dai primi giorni del suo pontificato Jorge Mario Bergoglio ci ha infatti abituato a farsi trasportare da mezzi inusuali per il Santo Padre, storicamente legato alla papamobile con targa “SCV 1”, almeno nelle uscite ufficiali. Una delle notizie più recenti e curiose ci racconta poi del Papa alla guida della storica Renault R4 regalatagli da un parroco del veronese.

Dal viaggio in pullman assieme agli altri cardinali, passando per la Fiat Idea usata in Brasile, fino alla Volkswagen Phaeton, Papa Francesco non ha perso occasione per confermare la sua scelta di sobrietà e semplicità nei mezzi di trasporto, scelta suggerita anche a preti e suore. Nella nostra immagine il Sommo Pontefice è ritratto sul sedile posteriore di una normalissima vettura compatta, neppure tanto nuova: una Ford Focus seconda serie uscita di produzione nel 2008. Con molta probabilità si tratta di una delle non poche Focus immatricolate nello Stato del Vaticano, con semplice targa SCV a caratteri neri e non rossi come spetterebbe al Papa. In fondo si tratta di uno strappo alla regola e al protocollo che sembra non dispiacere alla gente.

Fotogallery: Ecco la prima "Papabici" a pedalata assistita!