Con un prezzo di ingresso di 13.500 euro la compatta francese cerca il rilancio nel segmento B

Tre allestimenti, quattro motorizzazioni e cinque porte, unica variante di carrozzeria disponibile. Così, in sintesi, è articolata la gamma italiana della nuova nuova Renault Clio, quarta generazione di un modello che agli inizi degli anni '90 riuscì a raccogliere egregiamente il testimone della pietra miliare Renault 5. Negli ultimi anni la Clio ha però perso un po' di terreno nel segmento B, dunque al nuovo modello è affidato il compito di recuperare rispetto alle concorrenti, che negli ultimi anni si sono fatte numerose. Vediamo quali sono, prendendo in considerazione l'allestimento intermedio e le motorizzazioni di ingresso a benzina, considerando che la piccola francese viene a costare 14.600 euro nella versione Live 1.2 75 CV

LE ULTIME ARRIVATE

La concorrente principale della Clio IV è senza dubbio la connazionale Peugeot 208 5 porte Active 1.2 VTi, il cui prezzo di listino si attesta su 14.500 euro. Tra le ultime novità del segmento si segnalano anche le coreane Kia Rio (12.450 euro per la 1.2 EX) e Hyundai i20 (13.000 tondi per la 1.2 Sound Edition), mentre la Toyota Yaris 5 porte 1.0 Active si attesta a quota 14.000. Al gruppo delle ultime nate si può aggiungere anche la Seat Ibiza, sottoposta di recente ad un evidente restyling: la 1.2 Style costa 14.050 euro.

LE RIVALI DI SEMPRE

La rivale più agguerrita della Clio è storicamente la Ford Fiesta, da generazioni il modello straniero più venduto in Italia, che nella motorizzazione 1.2 82 CV in allestimento Titanium si attesta anch'essa a quota 14.000 euro. Per una Citroen C3 Seduction 1.1 60 CV la spesa è invece pari a 13.750 euro. La rivale italiana più accreditata si chiama Fiat Punto, che in versione 1.2 Easy 69 CV viene 14.050 euro, mentre la versione equivalente della Volkswagen Polo è la 1.2 Comfortline 70 CV, che costa 14.410 euro.

Nuova Renault Clio

Foto di: Fabio Gemelli