Le motorizzazioni che si possono guidare sono quattro, sia benzina che diesel

Chi consegue la patente B per il primo anno può guidare solo auto con rapporto potenza/tara fino a 55 kilowatt/tonnellata e comunque con una potenza massima non superiore a 7 kW (95 CV); pena una multa di 52 euro e la sospensione della patente da due a otto mesi. Sono le ben note “auto per neopatentati” ed i costruttori continuano ovviamente ad ampliare l’offerta. In occasione del lancio della nuova Fabia, Skoda ricorda che può essere guidata dai neopatentati in versione hatchback se equipaggiata con il . MPI 6 CV (44kW) o il . MPI 75 CV (55 kW); mentre in versione wagon propone il . MPI 75 CV (55 kW) e il .4 TDI 9 CV (66 kW).


Proseguendo nella gamma Skoda, la Citigo per neopatentati è quella equipaggiata con il . MPI 6 CV (44 kW), con cambio manuale o ASG, oppure con il . MPI G-TEC 68 CV (5 kW), quello a metano. Tra le auto dello stesso marchio che i neopatentati possono guidare ci sono anche la Rapid Spaceback e la Octavia, sia berlina che wagon. La prima si può scegliere con il .2 TSI 86 CV (63 kW) o col .6 TDI 9 CV (66 kW), con cambio manuale o DSG. La Octavia invece è adatta ai neopatentati se equipaggiata con il .6 TDI CR 9 CV (66 kW).

Skoda Fabia Wagon, ovvero, la piccola Octavia

Foto di: Adriano Tosi