La Banca europea per gli investimenti (BEI) ha approvato una linea di credito da 500 milioni

Sull'Italia piovono ancora risorse europee. La Banca europea per gli investimenti (BEI) ha approvato una linea di credito da 500 milioni di euro a favore di Autostrade per l'Italia, società interamente controllata dalla quotata Atlantia, in merito all'incremento della capacità dell'autostrada a pedaggio A1 tra Firenze e Bologna, nei 17 chilometri del tratto Firenze Nord-Barberino del Mugello, sull'Appennino toscano. E' la quarta operazione a favore del tratto Firenze-Bologna e la prima tranche del finanziamento, pari a 250 milioni di euro, è stata firmata ieri a Roma. La decisione è stata presa perché la A1 è la principale autostrada italiana, rientrante nel Corridoio I dei cosiddetti TENs T (transeuropean transport networks), le infrastrutture stradali sovranazionali di interesse europeo. L'obiettivo è aumentare l'autostrada esistente e costruirne nuovi tratti.