Scorrendo il listino si scopre che la Hybrid è competitiva anche nei confronti delle piccole utilitarie turbodiesel

La tecnologia ibrida dà il meglio di sè in città, com’è noto, e il mercato inizia finalmente ad offrire due motori (uno elettrico e uno endotermico) proprio sulle auto più adatte all’utilizzo urbano, le "piccole". Con un prezzo di partenza di 7.5 euro la Toyota Yaris Hybrid (di cui potete leggere il nostro test drive) potrebbe sancire la definitiva affermazione delle ibride, andando a sfidare la prima segmento B a credere in questa tecnologia - la Honda Jazz Hybrid - Diesel più efficienti (a cominciare dalla Yaris a gasolio, che in allestimento Lounge ha lo stesso prezzo), grazie a un listino praticamente allineato a modelli come la recente Peugeot 28 .4 e-HDi (che abbiamo provato) e la “rappresentativa” Volkswagen Polo .2 TDI BlueMotion (che ha registrato di recente un nuovo record di consumi). La Yaris ibrida è già ordinabile e disponibile in concessionaria per essere provata, con l'inizio della commercializzazione fissato per settembre.

HA LE IDEE CHIARE

La competitività della Yaris ibrida rispetto alla sua rivale Honda - la forbice di prezzi varia da 7.5 a 9.44 euro per la prima, contro i 9. - 2.45 euro della seconda - ci ha spinto poi ad andare oltre, mettendo a confronto sul nostro listino il nuovo “piccolo genio” con le turbodiesel più efficienti, che dichiarano emissioni di CO2 non lontane dai 79 g/km omologati dalla giapponese. D’altronde l’ingegnere a capo del progetto Yaris Hybrid ci aveva fatto notare al Salone di Ginevra che ridurre la cilindrata del motore a ,5 litri e il peso del modulo di kg rispetto alla Prius avrebbe creato questo tipo di scenario. Le già citate 28 e Polo emettono infatti 87 e 89 g/km di CO2, con prezzi che partono rispettivamente da 7.5 e 7.6 euro.

NON TEME LE DIESEL

Alla "gara" delle emissioni più basse, che ricordiamo essere il parametro di riferimento per gli incentivi al vaglio del Parlamento, partecipano in realtà anche altri propulsori a gasolio, installati su diversi modelli paragonabili alla Yaris Hybrid. In ordine alfabetico troviamo con carrozzeria a 5 porte (l’unica offerta sulla Toyota ibrida) la Citroen C3 .4 e-HDi (87 g/km CO2 - da 6.75 euro), la Fiat Punto .3 MJT 85 CV (9 g/km - da 5.45 euro), la Hyundai i2 . CRDi BlueDrive (93 g/km - da 4.5 euro), la Kia Rio . CRDi (94 g/km - da 3.5 euro), l’Opel Corsa .3 CDTi 95 CV ecoFlex (95 g/km - da 6.95 euro), la Seat Ibiza .2 TDI Ecomotive (89 g/km - da 5) e la Skoda Fabia .2 TDI GreenLine (89 g/km - da 5.8 euro). Nel confronto con la concorrenza la Yaris ibrida può infine contare su una dotazione completa, che già dall’allestimento di partenza Lounge prevede come optional solo la vernice metallizzata o perlata (5 o 75 euro), il navigatore satellitare (55 euro) e due pacchetti che includono fra l’altro sensori pioggia, regolatore automatico di velocità e un impianto audio più sofisticato.

Ecco di seguito la scheda tecnica, gli equipaggiamenti e il listino della Toyota Yaris Hybrid:

Scheda Tecnica

Equipaggiamenti

Listino

Toyota Yaris Hybrid: torna il genio, questa volta verde

Foto di: Adriano Tosi