A fine anno, dopo l'arrivo delle piattaforme Jeep-Chrysler, Fiat chiuderà l'ormai storico accordo con il gruppo PSA per la realizzazione delle grandi monovolume; nel frattempo, Peugeot aggiorna il proprio modello, la 87, facendo seguito alle leggere modifiche già annunciate per la "cugina" Citroen C8.

POCHE NOVITA’ ESTETICHE E NUOVI INTERNI

Le modifiche estetiche della Peugeot 87 MY 23 sono marginali, e riguardano principalmente l'adozione del nuovo stemma Peugeot, davanti e sul portellone, quest'ultimo con un nuovo elemento di finitura cromato. La 87, dunque, non è stata oggetto di un vero “rifacimento” nello stile delle Peugeot più recenti, ma di un lievissimo aggiornamento da fine serie. Cambiano invece i rivestimenti interni, in particolare con l'adozione dell'Alcantara per pannelli porta e la plancia. Anche il nome degli allestimenti cambia, con la ST che diventa Active, la SV si trasforma in Allure e la ST Mix che è ora semplicemente Mix.

SOLO MOTORI HDI

Invariati anche i motori, tutti turbodiesel HDi dotati di FAP: il 2 litri da 36 CV e 63 CV, quest'ultimo disponibile anche con cambio automatico a 6 marce. La nuova Peugeot 87 è già disponibile per gli ordini nelle concessionarie, con prezzi che partono dai 33.2 euro delle Mix e Active 2. 6V HDi FAP 36 CV e arrivano a 38.6 euro nel caso della Allure 2. 6V HDi FAP 63 CV Automatica.

Peugeot 807 MY 2013

Foto di: Sergio Chierici