Lievi modifiche estetiche e miglioramenti al W12 che ora va anche a 6 cilindri

Novità in casa Bentley: nell'attesa della GT ad alte prestazioni al vertice della gamma, si rinnova la gran turismo attualmente a listino, la Continental GT, con alcune modifiche estetiche e tecniche al debutto al Salone di Ginevra (5-5 marzo 25). Anteriormente, cambia lo scudo paraurti che incorpora un nuovo disegno ad ala e diverse griglie. Più larghi anche i parafanghi, con due piccoli sfoghi d'aria anteriori e cornice a forma di B, mentre in coda l'auto riceve alcuni aggiornamenti nella forma più pronunciata del cofano bagagli e nel nuovo diffusore sportivo per V8 S e GT Speed. Si aggiungono anche tre nuovi cerchi da 2" e 2", a seconda delle versioni, mentre la carrozzeria si arricchisce delle tinte blu Marlin e Jetstream e oro Camel.


Una Bentley si caratterizza anche dalla cura dei suoi interni: la vettura adotta nuovi motivi decorativi nelle sedute, un diverso pannello nero attorno alla leva del cambio automatico, inedite luci d'ambiente a LED, nuova grafica della strumentazione, e, in opzione, un volante ergonomico sportivo con grandi paddles dotate di inserto metallico. A livello multimediale, tutte le versioni possono essere dotate di connettività Wi-Fi, mentre per le V8 e V8 S è offerto un vano tra i sedili posteriori che comprende attacchi per smartphone e tablet. Sono aumentate poi le possibilità di personalizzazione, tra cui i rivestimenti in morbida pelle semi-anilina per GT W2 e GT Speed, e gli inediti colori Shortbread e Camel per le pelli di rivestimento. Ovviamente, non poteva mancare un aggiornamento dei motori: oggetto di attenzioni è il W2 6 litri biturbo che passa da 575 a 59 CV, con coppia massima da 7 a 72 Nm, e migliora i consumi fino al 5%, con un sistema di disattivazione di 6 cilindri quando non è richiesta la massima spinta. Ora il valore medio è di 4, l/ km, con emissioni di CO2 di 329 g/km, contro i 347 precedenti.

Bentley Continental GT, restyling sottopelle

Foto di: Sergio Chierici