Si fermano temporaneamente le linee di Citroen C Zero e Peugeot iOn, per le basse vendite portate dalla crisi

La crisi colpisce tutti i produttori automobilistici, mutando gli scenari internazionali economici e di mercato, e creando nuove criticità da affrontare; è il caso di PSA Peugeot Citroen, la cui situazione attuale si riflette anche nel rapporto con i partner, in questo caso Mitsubishi per le vetture elettriche Citroen C-Zero e Peugeot iOn.

LA CRISI E GLI ACCORDI IN ATTO

Dopo la simbolica vendita del quartier generale a Parigi, PSA ha avviato un piano di ristrutturazione prevedendo la chiusura di fabbriche europee, con la conseguente cancellazione di posti di lavoro, e una nuova serie di alleanze per una condivisione di prodotti e una migliore distribuzione e presenza a livello internazionale, a cominciare con la accordo con il gruppo General Motors. Sospesa l'alleanza per i veicoli commerciali con il gruppo Fiat, PSA ha stretto anche una joint venture con Toyota, che estende quella già in atto per le citycar C1, 107 e Aygo. Un altro importante accordo in atto è quello tra PSA e Mitsubishi, con la distribuzione di vetture della casa giapponese con i due marchi francesi; dopo i SUV,-Crossover la collaborazione è proseguita nel settore delle vetture elettriche, con la Mitsubishi i-MiEV, realizzata in Giappone nella fabbrica di Mizushima, da cui sono derivate direttamente la Citroen C-Zero e la Peugeot iOn.

PRODUZIONE FERMA, MA GLI ACCORDI PROSEGUONO

A causa del basso numero di vendite, la produzione della citycar elettrica sarebbe stata da poco interrotta, fermando temporaneamente le linee di montaggio, e senza dichiarare quando queste verranno riattivate. Secondo Mitsubishi, la causa sarebbe da attribuirsi alle basse vendite del modello da parte di PSA: nei primi 6 mesi sul mercato, Citroen ha venduto 935 C-Zero e 852 iOn in Europa, secondo i dati di vendita diffusi da Jato Dynamics; l'accordo con Mitsubishi è del 2010, e prevedeva la fornitura di un totale di 100.000 vetture, mentre al momento attuale le auto dei tre marchi finora prodotte sono 28.000, comprese le i-MiEV realizzate a partire dal 2009. Ovviamente, trattandosi di una situazione temporanea legata alla crisi, non sono compromessi gli accordi tra PSA e Mitsubishi nel settore delle vetture elettriche, che prevedono, oltre alla citycar, anche le versioni elettriche di Peugeot Partner e Citroen Berlingo.

Citroen C-Zero Van: le prime in Europa a Wind