Cento XC90 pronte ad affrontare i test sulle strade svedesi

Con il progetto Drive Me la tecnologia di guida autonoma di Volvo entra nel vivo. A Goteborg sono iniziati i test con cento Volvo XC90 che verranno utilizzate per la sperimentazione entro il 2017, affidate a persone comuni per verificare l'efficacia della tecnologia robotizzata: una novità, rispetto ad analoghi esperimenti su strade pubbliche. L'unica forma di tutela è che le aree scelte per i test sono sprovviste di strade a doppio senso, di pedoni e ciclisti. Il sistema Drive Me è già in grado di affrontare il traffico nella sua totalità, ma occorre prima verificarne la totale affidabilità. Nell'auto c'è poi un completo sistema di rilevamento delle anomalie che, in caso di guasti o brutto tempo, costringe alla guida manuale, o ferma la macchina nel primo spazio libero.


La tecnologia impiega sistemi elettronici di gestione di freno, sterzo e acceleratore, e un'articolata tecnologia di posizionamento tramite radar, scanner, sensori laser e telecamere, che offrono una totale panoramica a 360° di ciò che è attorno alla vettura. Il tutto è completato da un avanzato sistema GPS, con accelerometro, giroscopio e mappa 3D ad alta definizione, e una rete cloud di computer. Il sistema consente di seguire correttamente i percorsi, rilevare altri veicoli e controllare le corsie e i segnali stradali, ma anche di dialogare in rete, ad esempio con gli enti di gestione del traffico o con altri automobilisti. Ci sono poi sistemi di sicurezza, sul tipo di quelli degli aerei, come ad esempio un secondo impianto frenante che interviene in caso di avaria del primo. L'aspetto più interessante è che la tecnologia adottata sfrutta componenti già presenti in alcune Volvo: ad esempio, il radar nel parabrezza è quello della XC90 che rileva gli ostacoli o legge i segnali stradali. L'auto-robot, insomma è pronta a diventare realtà: secondo Volvo, dopo altri test in varie città europee, diventerà di serie nel 2020. Cambiando anche abitudini di guida, riducendo code di traffico e consumi, e permettendo di ridisegnare strade e infrastrutture più economiche ed efficienti.

Volvo Drive Me, la guida autonoma adesso la provano gli automobilisti comuni