Più lunga e più bassa di prima, propone uno stile da grande Yaris ed è un’ibrida “nativa”

La rivale giapponese di Volkswagen Golf e Ford Focus ci riprova. Dopo la prima generazione nata nel 2007 e ristilizzata nel 2010, la nuova Toyota Auris si appresta a debuttare al Salone di Parigi (29 settembre - 14 ottobre 2012), dove proporrà una sagoma più bassa e più lunga rispetto al modello attuale. Approfittando della riprogettazione, i tecnici giapponesi hanno realizzato la nuova Toyota Auris attorno alla motorizzazione ibrida, in modo da non dover sacrificare spazio nell’abitacolo o nel bagagliaio. Oltre alla versione ibrida la nuova Toyota Auris verrà lanciata con motori a benzina 1.3 e 1.6 e con il diesel 1.4, in attesa che arrivino i motori a gasolio BMW promessi dall’accordo strategico fra i due costruttori.

Con una lunghezza di 4.275 mm e una larghezza di 1.760 mm la nuova Toyota Auris risulta più lunga di 30 mm rispetto alla odierna Auris, ugualmente larga e più bassa di ben 55 mm, cosa che la rende la più bassa del segmento. Il passo resta invariato a quota 2.600 mm e il bagagliaio sale a 360 litri. L’utilizzo di acciai altoresistenziali nella parte alta della vettura ha permesso di ridurre il peso anche di 40 kg, mentre la rigidità torsionale è cresciuta del 10%. La ridotta altezza della nuova Toyota Auris si sposa con uno stile rinnovato che ricorda quello della nuova Yaris e con un assetto ribassato che migliora la dinamica e i consumi. Il nuovo frontale è più aggressivo nello stile e le luci LED diurne anteriori contribuiscono a darle un’aria più moderna, assieme ai gruppi ottici posteriori che si estendono al portellone.

La nuova Toyota Auris è pronta per Parigi

Foto di: Fabio Gemelli